Home

Perché milliways?

I nostri sono appunti quasi ordinati perché l’ordine maniacale negli hobbies non fa per noi, non ci è mai appartenuto.
A me e a Mauri piace divertirci in ogni cosa che facciamo nel nostro tempo libero: che sia un viaggio o uno scatto di una fotografia; che sia una ricetta oppure una disquisizione su questo o su quell’argomento.

Siamo sposati da ventisette anni e, oggi come allora, riusciamo a stupirci e a divertirci insieme. Le nostre passioni non sempre coincidono, benché  riusciamo spesso a trovare un punto in comune in esse. In milliways.it troverai i nostri diari di viaggio, le ricette a noi più care, le fotografie che hanno significato momenti importanti della nostra vita. E gli “scribbles”, gli appunti, perché a noi piace “scribacchiare”.

Ma per quale motivo abbiamo scelto il nome milliways per il nostro sito? Milliways, assieme a janx (il nostro vecchio sito), sono parole che derivano dai libri di Douglas Adams, uno dei nostri scrittori preferiti. Sono termini che rispecchiano la fantasia di chi li ha inventati. È come parlare di 42, se non sai cosa significa è inutile che te lo spiego, posso solo invitarti a leggere la Guida Galattica per autostoppisti di Douglas Adams.

Milliways è il Ristorante al Termine dell’Universo. E il Ristorante al Termine dell’Universo è il secondo libro della saga dedicata alla Guida Galattica per Autostoppisti. Un luogo strano, un ristorante sì, ma anche il luogo dove tutto è accaduto e dove tutto accadrà, anche il Termine dell’Universo.

Ecco che ci torna in mente Milliways e lo slogan del libro.

Se stamattina hai fatto sei cose impossibili, perché non concederti come settima una colazione da Milliways, il Ristorante al Termine dell’Universo?

Quindi se  hai voglia di rilassarti, leggi il nostro blog, di certo non ti annoierai. Di seguito alcuni brani tratti da Milliways, il Ristorante al Termine dell’Universo.

La storia di tutte le maggiori civiltà galattiche tende ad attraversare tre fasi distinte e ben riconoscibili, ovvero le fasi della Sopravvivenza, della Riflessione e della Decadenza, altrimenti dette fasi del Come, del Perché e del Dove.
La prima fase, per esempio, è caratterizzata dalla domanda: come facciamo a procurarci da mangiare? La seconda dalla domanda: perché mangiamo? E la terza dalla domanda: in quale ristorante mangiamo oggi?

Il Ristorante al Termine dell’Universo rappresenta una delle speculazioni più azzardate di tutta la casistica degli esercizi ristorativi. È stato costruito sui resti di… o meglio, a quest’ora sarà stato costruito ormai… oppure… forse… e in effetti lo è stato.

Il problema fondamentale del viaggio nel tempo è, molto semplicemente, un problema di grammatica…

Riassumendo, e ripetendo dunque, il Ristorante al Termine dell’Universo rappresenta una delle speculazioni più azzardate di tutta la casistica degli esercizi ristorativi. È stato costruito sui resti frammentari di un pianeta in rovina che è-sarebbe fu-sia-sarà-era racchiuso in una vasta bolla temporale e proiettato avanti nel tempo fino all’istante preciso della Fine dell’Universo.