Gita a Yvoire: festina lente

2 luglio 2014

Yvoire è una cittadina medioevale francese sita sul Lago Lemano, il cui borgo è interdetto al traffico automobilistico.

Il parcheggio, appena fuori, è a pagamento, come tutti i parcheggi delle località turistiche d’oltralpe, ma meno caro rispetto alla vicina Svizzera. Quello che più ci premeva visitare era questo: il giardino dei cinque sensi.

nel labirinto

nel labirinto

Il castello di Yvoire, come quasi tutti i castelli di Francia, disponeva di un antico orto, che è stato restaurato secondo l’arte e il simbolismo dei giardini medievali. Nel Medio Evo questi giardini erano chiusi con muri e palizzate, e venivano usati principalmente per vitto e medicina, dato che l’unico modo per curarsi era con le piante.
Poi si trasformarono in luoghi ornamentali di piacere e di gioco, diventando infine uno dei simboli della raffinatezza e dell’amor cortese con numerosi temi religiosi e mitologici, in particolare il tema del labirinto. Qui il giardino è stato mantenuto secondo la pianta originale con le sue vie, le sue vasche e i suoi antichi alberi da frutto.
Le siepi di carpine e i meli intrecciati del labirinto formano quattro salotti composti da piante e fiori che corrispondono a ciascuno dei quattro sensi; il quinto, l’udito, è rappresentato dal canto dell’acqua e da quello degli uccelli.

France

nel labirinto

Abbiamo seguito il suggerimento del tipo in biglietteria, al quale non sembrava vero di trovare persone con cui poter parlare in italiano (sì, da queste parti non ci sono molti turisti italiani, yeah), e cioè quello di affrettarsi piano o come dicono loro festina lente. Perdetevi nel labirinto, ci ha suggerito, e noi lo abbiamo fatto volentieri.

France

aspettando Jareth

Beh, veramente io mi aspettavo di vedere sbucare Jareth da un momento all’altro e, se Mauri non mi avesse convinto che c’erano troppi gremnlins (leggi: bambini maleducati accompagnati da genitori altrettanto maleducati) persino per Jareth, forse sarei ancora lì ad aspettarlo. XD
Ma d’ora in poi il loro motto sarà anche il nostro, quindi Festina Lente, basta con questo correre e far le cose di fretta, cominciamo ad avere un’età nella quale si apprezza la calma e la lentezza delle cose.

France

perso nel labirinto

Tagged , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.