Mauri, l’e-bike e la Provenza

A inizio anno, di solito cominciamo a programmare le vacanze. Quest’anno, per la settimana di ferie a inizio luglio, avrei voluto portare con me la mountain bike e quindi subito abbiamo pensato alle località più rinomate tra i bikers: Livigno, Chatel, Val di Fassa.

Poi è saltato fuori il nome della Provenza, regione che abbiamo in parte visitato nel 2013 e che avremmo voluto esplorare ancora; si decide che la prima settimana di luglio si trascorrerà a Pierrevert, un piccolo paese a pochi chilometri da Manosque dove, grazie ad airbnb, abbiamo trovato un bellissimo monolocale con piscina.
Iniziano così le ricerche per i percorsi in MTB da caricare sul Garmin.
Scopro un sito francese molto ben realizzato, “Les plus beaux parcours VTT“, dove gli utenti registrati caricano e condividono centinaia di tracce da fare in mountain bike in tutto il territorio francese (c’è anche qualche traccia in Italia) con descrizioni molto dettagliate e utili per affrontare i percorsi proposti.
Nella zona di Manosque le tracce non sono molte ma comunque sembrano interessanti.
Pianifico di fare tre giri durante la nostra settimana.

Il primo inizia a pochi chilometri dal nostro alloggio, è lungo una trentina di chilometri con un dislivello di circa 900 metri; non dovrei avere problemi di autonomia con l’e-bike anche usando assistenze alte. La preoccupazione maggiore è il caldo, le temperature in questi giorni sono intorno ai 36 gradi, partire al mattino presto aiuta ma non basta, spero che non ci siano troppi tratti sotto il sole. Dopo quasi quattro ore torno al nostro alloggio con: una tacca di carica nella batteria, un po’ di fango ma non troppo, caldo ma non troppo e sorriso a trentadue denti: gran bel giro!
La maggior parte del percorso si è svolta nel bosco e quindi, a parte l’ultima salita completamente al sole, non ho sofferto per nulla il caldo; e che dire dei single track, un mix perfetto di flow trail e tecnica, scorrevoli e compatti. Bellissimo!

Traccia del primo giro in bici in Provenza

Traccia del primo giro in bici in Provenza

Secondo giro il mercoledì nella zona di Greoux-les-Bains, secondo il sito “Les plus beaux parcours VTT” è classificato come blu quindi tecnicamente meno impegnativo, anche dislivello e lunghezza sono minori (600 metri e 20 chilometri).
Sebbene meno impegnativo, fisicamente non sono mancati tratti tecnici e single track divertenti. Un bel mix anche in questo giro, dove la bellezza dell’ambiente circostante l’ha fatta da padrone.
Greoux-les-Bains si trova a pochi chilometri dalla rinomata piana di Valensole, famosa per i suoi campi di lavanda che il giro costeggia in alcuni tratti. Incantevole è il sentiero che chiude il giro tornando a Greoux-les-Bains, tutto immerso in un bosco di lecci e macchia mediterranea ricco di profumi che percepisci durante la discesa.
Ritornato al punto di partenza faccio anche un giro di esplorazione per gli animati caruggi del paese, tipicamente provenzale.

Collage di foto del secondo giro

Collage di foto del secondo giro

Sabato: ultimo giro in programma. Sono tentato di ripercorrere il primo tracciato, poi però decido di provare qualcosa di nuovo. Sempre grazie al sito di riferimento per le tracce francesi trovo un itinerario nei dintorni del paese di Mirabeau, anche questo classificato blu, 400 metri di dislivello per 20 chilometri.
Preparo tutto e carico la bici in macchina la sera prima per non dimenticarmi nulla ma, il giorno dopo, non appena accendo il navigatore per far partire la traccia mi rendo conto che non c’è!
“Nooo, non l’ho messa sul Garmin!”
Che faccio?
Farò un giro da turista in cerca di scorci. Parto e al primo bivio vado in direzione di Grambois. Traffico quasi inesistente, caldo non eccessivo e dopo circa dieci chilometri sono in paese, dove sosto per una decina di minuti. Di villaggi come questo ne puoi trovare molti in Provenza eppure ognuno ha qualcosa di particolare e anche questo si rivela un autentico gioiellino.

Granbois

Granbois

Riparto e ripercorro la stessa strada dell’andata fino ad arrivare a un bivio dove è indicato il paese di La Tour d’Aigues, decido di esplorare anche questo ma poi, attraversando un bosco, con la coda dell’occhio vedo un piccolo sentiero che si intrufola in mezzo agli alberi, la tentazione è troppo forte e mi ci fiondo. È un saliscendi molto bello e lo seguo per un paio di chilometri fino ad arrivare in una radura su una collina.

Terzo giro in bici in Provenza

Terzo giro in bici in Provenza

Mi godo la pace e la bellezza del luogo per qualche minuto, poi rientro nel sentiero e riprendo la strada per Mirabeau dato che siamo quasi a mezzogiorno e il caldo ora comincia a farsi sentire.

Mirabeau

Mirabeau

Non ho fatto il giro che avrei voluto ma sono soddisfatto lo stesso, pensando a quanti percorsi si possano improvvisare in questa bellissima regione. Dal cicloturismo più easy fino alle grandi traversate come il Lure Luberon di 4 giorni.
La Provenza è una regione tutta da scoprire, che offre molto dal punto di vista ciclistico e che per la sua vastità richiederebbe più di una visita per essere esplorato a dovere.

Posted in mountain bike and tagged , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.